IFOM GV Shivashankar

G. V. Shivashankar

G.V. Shivashankar è vicedirettore del Mechanobiology Institute (MBI) presso la National University of Singapore,uno dei migliori atenei in Asia e centro di ricerca tra i 30 più quotati al mondo, fondato dalla National Research Foundation. Dal 2014, Shivashankar ha anche una ‘carta di identità italiana’ grazie alla direzione del Joint Research Laboratory, nato dalla collaborazione tra IFOM e l’MBI.

Le attività di ricerca del laboratorio di Shivashankar sono incentrate a comprendere il ruolo svolto dalla geometria cellulare sui meccanismi nucleari e di regolazione del genoma nelle cellule viventi. Utilizzando un approccio interdisciplinare, che si avvale dello studio per immagini in alta risoluzione delle cellule viventi e di esperimenti di meccanica, il laboratorio di Shivashankar indaga sui principi biofisici alla base dei segnali che stimolano l'accoppiamento delle cellule geometriche con il nucleo e la conseguente influenza sulla regolazione genica. Negli ultimi anni, il laboratorio ha portato anche dimostrazioni concrete utili a capire la relazione modulare tra i meccanismi nucleari e l'organizzazione dei cromosomi nel processo di regolazione dell'informazione genetica.

Shivashankar ha ricevuto numerosi riconoscimenti alla carriera: tra i più prestigiosi il Birla Science Prize nel 2006, il Swarnajayanthi Fellowship nel 2007 e nel 2010 l’elezione a membro dell'Accademia indiana delle Scienze. È autore di oltre cinquanta lavori su riviste internazionali e, nel 2010, è stato editore della serie di libri dal titolo “Metodi di Biologia Cellulare”, occupandosi in particolare di quelli sui "Meccanismi nucleari e la regolazione del genome ", editi da Elsevier Press. Infine è supervisore scientifico per alcune fra le principali riviste internazionali o per l’assegnazione di borse e riconoscimenti scientifici.